Official Rat-Man Home Page

Il Rat-Man di Giacomo Bevilacqua

In occasione del prossimo speciale di A Panda piace, in cui apparirà Rat-Man, abbiamo scambiato quattro chiacchiere con Giacomo “Keison” Bevilacqua, autore del celebre Panda.

Rat-ManBevilacqua

Rat-Man interpretato da Bevilacqua per Rat-Man.org.

Ciao Giacomo, innanzitutto grazie per aver accettato la nostra intervista.
Ma grazie mille a voi.

Si parla di uno speciale di A Panda Piace con Rat-Man: come è nata l’idea?
Il tutto è nato per caso, in realtà, parlavo con Marco Lupoi, il direttore della Panini e con Diego Malara, il mio editor, su cosa pensassero riguardo uno speciale di A Panda piace in cui Panda vestisse i panni di altri fumetti, fumetti che sono stati importanti per me, il suo autore, per la mia formazione, e che amo nel profondo.
L’idea poi si è ampliata, mail dopo mail, chiacchiera dopo chiacchiera, e da cosa nasce cosa, è diventato uno speciale a tutti gli effetti con la partecipazione di tantissimi amici e colleghi. Ovviamente la cosa più difficile è stata combattere l’ansia dopo che Leo mi ha detto che mi dava carta bianca sull’uso del suo personaggio di maggior successo, da lì in poi è andato tutto molto meglio.

Questo albo uscirà prima dello speciale di Dylan Dog Color Fest su Groucho in cui ti troverai pagina a pagina con Leo Ortolani: è segno di una rinnovata collaborazione?
L’annuncio del Dylan Dog Color Fest su Groucho è avvenuto talmente tanto in fretta che non ho avuto ancora tempo per realizzare, e credo la cosa sia comune a tutti i miei compagni di “viaggio”.
Sicuramente siamo tutti d’accordo che il progetto è una figata stratosferica, e credo che ognuno di noi sia super eccitato all’idea di essere a bordo. L’albo prevede una storia scritta e disegnata da Leo, una scritta e disegnata da me, una scritta e disegnata da Zerocalcare e una scritta da Tito Faraci e disegnata da Silvia Ziche.
Ora resta solo da capire la data di consegna, ci è stato dato un generico 2015, e, a sentire anche gli altri, tutti quanti speriamo vivamente che si tratti della seconda metà. 😀
Ma ora torniamo ad A Panda piace fare i fumetti degli altri (e viceversa) sennò mi sale l’ansia ancora di più.

Puoi dirci quali saranno le caratteristiche tecniche dell’albo?
Certo, lo speciale di Panda sarà in formato 18×26 (come Il primo grande libro di a Panda piace) di 64 pagine di cui 32 a colori e 32 in bianco e nero, e costerà solo 6 euro.

Quando sarà disponibile?
Sarà disponibile a Lucca 2014 in anteprima nazionale allo stand Panini Comics, dove io stesso sarò presente da giovedì pomeriggio a domenica ora pranzo per firmare quello e i fumetti di A Panda piace l’avventura. E uscirà nelle librerie e nelle fumetterie a fine novembre inizio dicembre.
Stiamo inoltre cercando di organizzare una signing session dedicata appositamente allo speciale in cui saranno presenti tutti (o quasi) gli autori dell’albo, la signing sarà venerdì dalle 10.30 alle 12.00 al Palapanini. Ma ancora non ci sono i nomi di chi ci sarà e di chi no. Tenete d’occhio la pagina Facebook di Panda www.facebook.com/pandapiace attivando le notifiche in modo da restare aggiornati sulle comunicazioni per quanto riguarda questo tipo di eventi.

Giacomo-e-Panda,Foto-Manuela-Kali'

Foto di Manuela Kalì.

Come ha preso Leo Ortolani la notizia che avresti voluto utilizzare la sua creatura?
Be’, è questo il bello, me l’ha proposto lui. Io lo avevo chiamato per sapere se gli andava di scrivere e disegnare una storiella, anche di 2-3 pagine di Panda che incontra Rat-Man per la prima volta, e la sua controfferta, che mi ha spiazzato totalmente, è stata, visto che per colpa della sua cronica mancanza di tempo gli sarebbe piaciuto ma non poteva, mi ha dato carta bianca per usare io il suo Rat-Man.
All’inizio, devo ammetterlo, ero indeciso, insomma… non mi sentivo assolutamente degno di confrontarmi con una cosa del genere, ma alla fine, come è facile da intuire, ho accettato, io spero davvero che il risultato vi piaccia.
Anche se ho un segreto da confessarvi: ero talmente in ansia che, prima di passarla al colorista l’ho fatta leggere ad Andrea Plazzi (che ringrazio ancora tanto per la disponibilità) in anteprima per avere il suo benestare, che, per fortuna, è arrivato dopo pochi minuti dal mio invio, dissipando, almeno in parte, quell’aura di ansia che mi aleggiava intorno, dico in parte perché Leo ancora non l’ha letta, ho provato più volte a chiedergli se la voleva leggere ma ha sempre rifiutato, dicendo che voleva comprare l’albo “da lettore” e scoprirlo piano piano, pagina dopo pagina.
Non ha nemmeno riletto la sua intro che ha fatto per il libro, infatti era piena di errori.
Quest’ultima affermazione ovviamente era uno scherzone! 😀

Chi è più forte? Panda o Rat-Man?
Il più forte è Rat-Man, ed è esattamente per questo motivo che Panda si reca nella Città Senza Nome, per chiedergli consiglio, un po’ come ho fatto io con Leo nella vita reale.
Ora se mi chiedi se sono più forte io o Leo… be’, sarà un braccio di ferro a Lucca a deciderlo.
Anche se quando sono stato ospite nel suo studio ho notato una di quelle barre che si attaccano alla porta per fare sollevamenti sulle braccia, e tenendo conto del fatto che a me basta disegnare più di 20 linee cinetiche per farmi venire il fiatone, be’, inutile aspettare Lucca, vi dico che è più forte lui anche nella vita vera.

Ciao Giacomo e grazie della disponibilità.
Prego.

PandaFumettiAltri

Copertina di A Panda piace… fare i fumetti degli altri (e viceversa).

Lascia un commento

O