Official Rat-Man Home Page

Ortolani sui nuovi volumi a colori

LeoPanini Comics, durante la Napoli Comicon, ha diramato la notizia che la serie Rat-Man Color Special sarà sospesa e sostituita da una serie di volumi a colori che riproporrà alcune saghe autoconclusive di Leo Ortolani. Il primo volume, dedicata alla riproposizione di “Ratto” (pubblicato su RMC 70-71) esordirà nella prossima edizione di RiminiComix, dal 14 al 17 luglio, che si fregerà della presenza del papà di Rat-Man. Per sapere qualcosa di più su questa iniziativa abbiamo rivolto qualche domanda a Leo Ortolani.

Alla Napoli Comicon è stata diffusa la notizia che Rat-Man Color Special è giunto a termine. A cosa si deve questa decisione?
Delle ristampe di Rat-Man, quella del Color Special è sempre stata la più “bizzarra” ed è stata legata a una tradizione delle edicole che voleva albi a colori e sbrilluccicanti per il pubblico occasionale estivo delle località di vacanza.
Per tanti anni la serie è andata avanti bene, nonostante la periodicità totalmente sballata (appariva tre volte, da giugno a ottobre e poi spariva fino all’anno successivo), dopo di che, a partire dal famigerato 2010, l’anno in cui è uscita la legge che permetteva agli edicolanti di decidere cosa esporre e cosa non esporre, legge nata per difenderli dalle millemila raccolte e collezioni di pentole di padre pio e che però ha coinvolto TUTTI i prodotti da edicola, le vendite di questa serie hanno iniziato lentamente a calare. Come tutte le serie a fumetti da edicola.
E arriviamo all’anno passato quando, unitamente agli albi del Color Special abbiamo pubblicato anche Il Grande Magazzi, brossurato, in edicola. Una storia a colori e COMPLETA.
Il risultato è stato che Il Grande Magazzi ha venduto il doppio di un qualunque numero del Color Special. Sarà stato il fatto che si trattasse di una parodia? Sarà stato il fatto che fosse a colori? Sarà stato il fatto che fosse una storia completa?
Io propendo principalmente per quest’ultima ipotesi.
A me pare che le serie in edicola facciano fatica anche per questo. Che i lettori, piuttosto che aspettare mesi la conclusione di una storia, preferiscano opere complete e subito. Tipo Netflix che ti butta fuori tutta una serie di Devil in un colpo solo. E la gente se la guarda nel giro di due/tre giorni, invece di guardarsela una alla settimana, come da tradizione televisiva. È evidente che il tutto e subito ha un fascino irresistibile.
In un panorama editoriale che è in continuo mutamento, a volte è necessario cambiare direzione, prima di andare a sbattere. Noi ci auguriamo che con la formula del “tutto e subito (e a colori)”, questa marcia del colore possa trovare più stabilità in edicola. Iniziamo con una cosa molto divertente, per essere sicuri che sia la strada giusta, quella indicata dal Grande Magazzi.

RattoRat-Man Color Special sarà sostituita da volumi monografici sempre a colori. Cosa puoi dirci di queste nuove pubblicazioni?
Ovviamente, a parte “Ratto”, di prossima uscita, foliazione e prezzo cambieranno sempre, perché si tratta di unire storie con episodi di varia lunghezza. Sicuramente resteremo in estate, come periodicità. Un albo all’anno. Anche per il formato, credo che seguiremo quello del Grande Magazzi, che in fondo è sempre quello del Color Special.

La collana conterrà solo ristampe o ci saranno degli inediti?
Conterrà solo ristampe, direi. Ma non voglio ipotecare il futuro. Idealmente, si prosegue con la colorazione della serie, più o meno da dove ci siamo interrotti. Non abbiamo affrontato subito l’esalogia dei numeri della Rat-Man Collection 64-69 perché non avremmo avuto tempo materiale per colorarla tutta. Non è escluso che si punti ancora, anche per l’anno prossimo, con una storia meno impegnativa a livello produttivo, tipo la trilogia “manga”, per consolidare il nuovo corso, ma siamo interessati a proseguire la colorazione di tutta la serie e di tutte le storie, nessuna esclusa.

Ci sarà un apparato redazionale?
Senza dubbio, un minimo di apparato redazionale ci sarà sempre, anche per presentare a lettori occasionali i personaggi degli albi che si ritrovano sotto l’ombrellone.

È pensata anche per il mercato estero?
No, al momento questa ipotesi non è contemplata. Ma anche in questo caso, mai dire mai.

Il primo numero della serie che uscirà a RiminiComix non sarà colorato da Larry che si limiterà alla supervisione. A cosa si deve questa scelta?
Larry è al lavoro su qualcosa che vedrete a Lucca Comics di quest’anno, per cui resta in qualità di supervisore, ad assicurare una continuità anche stilistica nella colorazione di Ratto. Del resto è quello che è sempre successo anche sui vari albi del Color dove non colorava direttamente.

C’è qualcos’altro che vuoi dirci su questa nuova declinazione di Rat-Man?
Guarda, da una parte spiace dovere interrompere qualcosa che qualcuno ha seguito con affetto per tutto questo tempo. E voglio ringraziare tutti loro per la fiducia che ci hanno accordato. Non è mai stata data per scontata. Più la serie del Color è andata avanti, più le colorazioni si sono fatte mature e belle. Sappiano che è stato proprio grazie a loro, se abbiamo potuto dare il meglio e crescere in questa direzione. E proprio per non abbandonare questa strada, vogliamo provare a offrire qualcosa di diverso, ma sempre di alto livello qualitativo. Qualcosa che offrirà una modalità nuova di lettura e che ci permetterà, speriamo, di continuare a colorare Rat-Man fino alla fine delle sue avventure.
ciaooo
leo:)

Un pingback su “Ortolani sui nuovi volumi a colori

  1. Pingback: Panini, Rat-Man di Leo Ortolani: nuovi dettagli sull'edizione a colori di Ratto - BadComics.it

Lascia un commento

O