Official Rat-Man Home Page

Focus 13

L’ultimo segreto

Pubblicato su…

  • Rat-Man 9 – Mar. 1997

    Rat-Man 9

  • Rat-Man Collection 4 – Dic. 1997
  • Rat-Man il mitico – Giu. 1999
  • Tutto Rat-Man 3 – Giu. 2002
  • Rat-Man Color Special 4 – Set. 2005

Rat-Man scopre che il responsabile dell’esplosione che mise fine alla Prima Squadra Segreta fu un certo Takros; questi in realtà era solo un mero esecutore che obbediva agli ordini di Boda. Accompagnato da Tòpin, Rat-Man si reca nel nascondiglio dove scoprirà di essere caduto in una trappola: Il Buffone è in realtà Nottolo, il membro della Seconda Squadra Segreta messo da parte per consentire l’ingresso nella squadra di Rat-Boy. Valker gli aveva promesso che se fosse riuscito a catturare Rat-Man gli avrebbe garantito un posto nella Terza Squadra Segreta, ma Lupo, immobilizzando tutti con una pistola, gli rivela che era solo un trucco. Lupo vuole uccidere Rat-Man, il Buffone e Tòpin, ma l’arrivo di Spettro (ovvero Kimmy, figlia di Lupo) lo interrompe. E proprio durante lo scontro tra Lupo e Spettro, Valker lancia all’interno della cattedrale una bomba termica e blocca la fuga di Lupo sparandogli. Nottolo si butta tra le fiamme con la speranza di recuperare la lettera con i suoi dati personali mentre Rat-Man, con l’aiuto di Cinzia, recupera Kimmy e la porta in salvo.

Episodio finale della trilogia della Seconda Squadra Segreta. Qui molte identità sono rivelate e i colpi di scena si sprecano: tutti i nodi vengono al pettine e si chiude alla perfezione una saga che porta l’atmosfera e le ambizioni della serie ad un livello nettamente superiore a quelle delle prime storielle umoristiche.

Copertina – Nella copertina, sullo sfondo compaiono tutti i personaggi protagonisti della trilogia: nell’ordine vediamo Leo, Saetta, Tròteo, il Fantasma, Tresh, il Ripulitore, il Pipistrello, Karpa da giovane, Cinzia, Abbard, Fulmine, Lupo, Valker, Tresh da giovane, Spettro, Fulmine da giovane, Tòpin, Spettro da giovane, il Buffone, Kimmy Belland, Karpa, un aiutante del Buffone, Boda, Rat-Man, Arcibaldo.

Pag. 1 – La missione a cui Takros fa riferimento è la collocazione, nella cattedrale, della bomba termica che ha ucciso i membri della Squadra Segreta.

Pag. 3 – Le macchie di Rorschach sono particolari macchie d’inchiostro simmetriche utilizzate dallo psicologo dal quale prendono il nome, per comprende la psiche dei propri pazienti. È evidente che la macchia che compare sul quaderno di Boda ricorda le fattezze di Rat-Man. Piccola coincidenza: Watchmen (al quale questa trilogia è ispirata) ha tra i suoi protagonisti un supereroe di nome Rorschach.

I Minutemen

Pag. 4 – Questa immagine dei membri della Squadra Segreta in posa ricorda la foto dei Minutemen, il gruppo di supereroi protagonisti di Watchmen. Qui vediamo per la prima volta il costume del Pipistrello, personaggio che conosceremo meglio nella saga di Marvel Mouse.
Nella versione pubblicata su RMC e TR in questa pagina c’è la scritta “Storia, matite, chine e quant’altro di Leo” mentre sulla versione autoprodotta (e anche nella tavola colorata su Rat-Man Color Special) compare la scritta “Storia, matite, chine e ritardo di Leo”: l’intenzione iniziale di Leo era quella di fare uscire mensilmente le tre parti della trilogia, perché temeva che una storia in più puntate bimestrale non avrebbe retto all’attesa dei lettori (com’era giovane e buono, allora…). Il 7 uscì a novembre, l’8 uscì a dicembre/gennaio (cominciò a scivolare tutto in avanti) e il 9, cioè questo numero previsto a gennaio, uscì a marzo. Nel complesso si mantenne la bimestralità ma l’albo, secondo le intenzioni iniziali, uscì “in ritardo”.

Pag. 5 – Le pressioni fatte alla Squadra Segreta da uomini molto potenti che si opponevano al suo scioglimento per impiegarla in modo chiaro, citate nella terza vignetta, si riferiscono ai loschi piani di Boda, che saranno portati avanti con la creazione della Seconda Squadra Segreta e l’inserimento di Rat-Boy.

Pag. 6 – I giornali riferiscono che il 20 marzo Takros si suicidò accollandosi ogni responsabilità dell’assassinio dei membri della Squadra Segreta. In realtà l’organizzazione di Boda aveva affidato a Takros la missione di uccidere la Squadra Segreta senza creare troppo scalpore; Takros riuscì solo in parte nell’impresa, dato che usò una bomba termica che attirò l’attenzione dei media. Per questo,  Boda decide di uccidere Takros inscenandone il suicidio, scrivendo una falsa lettera in cui Takros ammette le sue colpe. In quegli anni Valker stava già lavorando al Guardiano e avrebbe voluto usare quello per eliminare i supereroi, ma l’intervento di Takros, goffo e pericoloso per l’immagine del governo, ha ritardato l’attivazione del Guardiano fino alla “rinascita” del Pipistrello.

Nighthawk

Pag. 7 – Nelle prime vignette scopriamo che ogni membro della Seconda Squadra Segreta è ispirato ad un membro della Squadra Segreta originale. Nottolo si ispirò al Pipistrello; il nome invece deriva da Nottolone, la versione italiana del supereroe Marvel Nighthawk, di cui Leo trovava molto buffa la traduzione.
Quando Nottolo fu creduto morto (ma scopriremo tra poche pagine che in realtà non è morto, ma è diventato il Buffone), Rat-Man decise di prendere un nuovo nome di battaglia perché sapeva di non potere eguagliare le gesta del Pipistrello e gli sembrava irrispettoso cercare di emularlo.
Nell’ultima vignetta Rat-Man chiede a Cinzia di non chiamarlo più “topino”, perché era il nome con cui lo chiamava Kimmy; proprio in questa vignetta vediamo anche per la prima volta Kimmy Belland da adulta. Apprendiamo inoltre dalla prima pagina del  suoquotidiano che Lupo ha dichiarato alla stampa che Rat-Man è l’assassino di Karpa e Tresh.

Pag. 10 – Nell’ultima vignetta Valker rivela di aver usato il Buffone per attirare Rat-Man nella cattedrale, ma intende uccidere entrambi gli uomini mascherati.

Pag. 11 – Una volta eliminato Rat-Man tutto il Paese vorrà un’altra squadra di vigilanti e per questo Valker ha già previsto la creazione della Terza Squadra Segreta: in questa squadra vuole Spettro (l’eroe senza macchia), che al momento è stato mandato da Lupo alla Città Senza Nome per indagare su Rat-Man (un paio di pagine fa abbiamo appunto visto Kimmy Belland spiare il nostro topo).

Pag. 14 – “La settimana enigmistica” è un noto settimanale italiano di enigmistica.

Pag. 15 – Nella terza vignetta veniamo a sapere che Tòpin ha trascorso assieme a Rat-Man ben due anni.

Pag. 16 – Nella terza vignetta vediamo un servo del Buffone appeso a testa in giù ad una ragnatela. Infatti nelle prime pagine de “La squadra Segreta!”, ad ogni offesa del Buffone riferita a una specie di animali puntualmente compariva un esemplare gigantesco di quella specie che se la prendeva con il servo del Buffone. A pagina 9 de “L’ultimo segreto” il Buffone offende i ragni, subito dopo vediamo il suo servo scappare urlando e queste sono le conseguenze…

Pag. 20 – Nella quarta vignetta scopriamo che Nottolo non era morto ma era stato cacciato dalla Seconda Squadra Segreta per permettere l’ingresso di Rat-Boy. Valker ha poi ricontattato il Buffone riproponendogli il posto di Nottolo nella Terza Squadra Segreta, in cambio dell’eliminazione della Seconda Squadra Segreta.

Pag. 24 – Abbard rivela come furono ottenuti i bambini membri della Seconda Squadra Segreta, rivelatisi poi un fallimento.
Nella quarta vignetta c’è scritto “Pochi mesi fa è stata messa a punto una tecnica di manipolazione genetica in grado di creare supersoldati. Il progetto è stato varato.” Sembra quindi che che gli scienziati abbiano creato questo siero per la Terza Squadra Segreta, di cui Valker è entrato in possesso.
Nella quinta vignetta c’è scritto: “Ma hanno deciso di pulire il laboratorio. Useranno Lupo.”: la frase è riferita all’assassinio dei rimanenti membri della Seconda Squadra Segreta, dopo il quale gli uomini dell’Organizzazione potranno usare nuovamente il laboratorio per creare una nuova Squadra Segreta.

Pag. 26 – Nella settima vignetta Leo Ortolani si è autoritratto mentre piange la morte di Rat-Man, proprio nel momento in cui la sua creatura iniziava ad avere successo; il decesso del personaggio avrebbe infatti causato la fine della sua carriera di fumettista.

Pag. 32 – Cinzia può portare in salvo Rat-Man e Kimmy grazie a un patto fatto con Valker, nel quale Cinzia ha fatto credere di avere filmato l’uccisione di Lupo: secondo l’accordo Valker non potrebbe più tentare di fare del male a Rat-Man, ma in futuro rivedrà la sua posizione…
Nell’ultima vignetta vediamo Tòpin chiedere a Valker di poter collaborare con lui, cambiando fazione e “fattezze” per la terza volta, tornando a emulare un potente solo per fare i suoi interessi.

Pag. 33 – Tre giorni dopo l’esplosione nella cattedrale, Rat-Man si reca a visitare Kimmy in ospedale (dove per la prima volta vediamo Karpa e Tresh in borghese).
Nella terza vignetta impariamo il vero nome di Lupo, Karl Belland.

Pag. 36 – Rat-Man butta via un piccolo pacchetto; dalle dimensioni molto probabilmente è un anello che Rat-Man voleva regalare a Kimmy Belland chiedendole di sposarlo, ma l’arrivo di Giusbert… ehm, Joseph, lo ha fatto desistere.

"Fletto i muscoli e sono nel vuoto!"

Pag. 38– Nella prima vignetta si vede la prima pagina di un giornale di Boxe con la scritta “In memoria di Fabrizio”. Il titolo si riferisce al pugile Fabrizio De Chiara, morto sul ring qualche mese prima; un amico chiese a Leo se poteva ricordarlo su Rat-Man perchè pensava che il personaggio fosse molto affine allo spirito di Fabrizio, un ragazzo che nonostante tutto non si dava mai per vinto, e Leo lo accontentò volentieri. Il bambino scomparso che ha sporcato la faccia di Rat-Man è ovviamente lo stesso che abbiamo incontrato a pagina 15 de “Il Ritorno!”

Pag. 39 – Fletto i muscoli e sono nel vuoto.
Rat-Man si lancia dalla finestra senza nessun superpotere che gli permette di volare, ma lo fa lo stesso.
Nella pagina precedente Rat-Man pensava : “Esisteranno sempre i Valker, e non potrò fermarli per sempre io. Chi me lo fa fare? Chi?”. Il fatto che butti la lettera nel caminetto, accettando così la sua vita da supereroe, è un gesto paragonabile a quello compiuto in questa splash page: un gesto coraggioso, senza alcuna possibilità di salvezza, ma Rat-Man lo compie lo stesso per comportarsi da vero supereroe.


Personaggi

  • Takros
  • Boda
  • Valker
  • Rat-Man
  • Cinzia
  • Kimmy Belland
  • Buffone
  • Lupo
  • Karpa
  • Tresh
  • Arcibaldo

Locations

  • Città Molto Grande
  • Biblioteca
  • Cattedrale abbandonata
  • Bar
  • Ospedale
  • Villa di Rat-Man

Un pingback su “Focus 13

  1. Pingback: Pubblicato il Focus 13 : Official Rat-Man Home Page

Lascia un commento

O