Official Rat-Man Home Page

Step by step 5

Quinto appuntamento di Step by step in cui Lorenzo “Larry” Ortolani ci spiega sinteticamente come ha colorato la cover di Rat-Man Color Special 9.

1. Disegno a china

Il disegno originale scansionato, pulito e dimensionato.

 

2. Aree colore

Ogni area del disegno viene colorata con toni fittizi: questo livello “virtuale” rimarrà sempre nascosto e servirà a selezionare con la bacchetta magica ogni area da sviluppare in seguito.

 

 

3. Base sfondo

Il livello precedente viene coperto con il livello di sfondo dell’immagine, ancora monocromatico.

 

 

4. Colori base

Il primo ed il secondo piano vengono colorati con colori piatti detti “colori base”.

 

 

5. Inizio cielo

Sul livello di sfondo comincio a delineare, prima grossolanamente e poi sempre più in maniera dettagliata, le nuvole del cielo.

 

 

6. Sfumatura cielo

Sulla parte superiore destra del cielo inserisco una velatura scura che fungerà da cornice e catalizzerà meglio l’attenzione sul personaggio.

 

 

7. Definizione cielo

In questa fase mi accorgo che la luce solare che filtra dalle nuvole è troppo.

 

 

 

8. Definizione città

Continuo la lavorazione della città inserendoci luci e ombre: una leggera velatura di rosso alla base per amalgamare meglio i toni.

 

 

9. Texture gargoyle

Comincio la lavorazione del primo piano, iniziando dal soggetto più imponente e più importante all’andamento generale della scena. Inserisco una texture adatta su tutta l’area del gargoyle.


 

 

10. Ombreggiatura gargoyle

Con un pennello trasparente creo un’ombreggiatura ancora grezza sul gargoyle.

 

 

11. Definizione gargoyle e Piccettino

Definisco meglio il controluce, i dettagli della pietra e ricreo una luce calda riflessa sulla parte inferiore del gargoyle. Inizio e finisco anche Piccettino.

 

 

 

12. Definizione Rat-Man

Siamo alle fasi finali: qui rendo tridimensionalità al nostro Ratto.

 

13. Aggiunta effetti luce sfondo

Per completare l’immagine serve ora qualcosa che crei una sensazione di spazialità e distacco tra i due piani principali: con una sfumatura in modalità “luce intensa” ecco che inserisco una velatura luminosa sulla città e il primo piano acquisisce ora tutta la propria importanza!

Lascia un commento

O